Foto Epilazione

La fotodepilazione (tecnologia IPL o a Luce Pulsata Intensa), sfrutta l’energia prodotta dalla luce, che viene nello specifico trasformata in calore qualora colpisca uno specifico colore, nel nostro caso la melanina del pelo.

L’obiettivo non è comunque quello di bruciare il pelo, ma di veicolare il calore alla matrice posta alla base del follicolo pilifero che è causa della continua ricrescita ma che, se riscaldata oltre una precisa soglia termica, si disattiva per molto tempo, e a volte per sempre.

Zone come l’inguine e le ascelle, che presentano di solito peli grossi e scuri, risponderanno più rapidamente di altre, in cui si renderanno necessari cicli ulteriori di fotodepilazione.

Prima di sottoporre la pelle alla luce pulsata, si provvede all’applicazione di un apposito gel che agisce da protettore della cute.

Si procede quindi all’invio degli impulsi di luce, emessi da un apposito manipolo ad intervalli regolari.

Grazie alla disponibilità di manipoli di varie dimensioni, si possono trattare tutte le zone del corpo, sia aree estese – come ad esempio le gambe – ma anche circoscritte come il labbro superiore o la zona del mento.